Riposella

Quando la notte arriva e i bimbi cadono tra le braccia di Morfeo, ecco apparire Riposella, la dolce fatina del sonno. Il suo compito è quello di vegliare sui bambini della Terra affinché dormano sereni e tranquilli.

Da sempre per i più piccoli la notte rappresenta un momento della giornata molto particolare, spesso vissuto con ansia e preoccupazione. I genitori si ritirano nella propria camera, i suoni si dissolvono, la luce viene meno e i bambini si ritrovano da soli al buio nel proprio lettino.

Il silenzio e l’oscurità diventano il teatro in cui le paure prendono forma e vita e così ecco che il semplice miagolio di in gatto diventa il verso di un orrendo mostro, l’ombra di un giocattolo sul muro degli artigli lunghi e affilati, uno spiffero d’aria un vento gelido e terrificante.

E a questo punto che fa la sua comparsa Riposella, una fatina che viene da lontano. Girando su una stella, passa da una cameretta all’altra, entra negli incubi dei bambini e li trasforma in bei sogni così che il loro sonno non venga turbato. Grazie a lei i più piccini non sono mai veramente soli.

Riposella e il mondo dei sogni” è la nuova avventura dei fratelli Capobianco. Un esperimento tutto personale quello della consolidata coppia che, pur avendo all’attivo diverse pubblicazioni cartacee (Le avventure di Holly, Holly e il torneo dell’estate e Holly e lo scrigno di ghiaccio), non disdegna di aprirsi a differenti realtà.

Ciò che resta immutato pure in quest’opera è la grande passione e il serio impegno con cui Margherita e Pellegrino affrontano le loro sfide.

Difatti, anche Riposella è scritta con parole dolci e delicate che si propongono di arrivare in modo attento e rispettoso al cuore del piccolo pubblico. A questo scopo contribuiscono in maniera determinate le colorate ed oniriche illustrazioni. Edito da Narrative e Poesia, è possibile, QUI, assaggiarne una piccola anticipazione.

Buona lettura!